“Continental sviluppa mescole di gomma per le scarpe Adidas ”

Adidas

“Continental sviluppa mescole di gomma per le scarpe Adidas ”

Pneumatici e scarpe da corsa hanno moltissime cose in comune: i primi stanno alle auto come le seconde stanno agli atleti.
Rappresentando il punto di contatto con il fondo, sia gli uni che le altre devono trasferire tutte le forze coinvolte nel movimento.
Le mescole di gomma sviluppate espressamente per Adidas da Continental garantiscono alti livelli di presa su tutte le superfici, aiutando i runner a risparmiare un pò di quell’energia che si perderebbe con l’utilizzo di una scarpa a minore presa. “Attraverso la nostra campagna interattiva e multimediale GetYourGrip (www.getyourgrip.com), aiutiamo il pubblico a conoscere la possibilità che offre oggi la tecnologia di migliorare le prestazioni di oltre il 30%”, annuncia Alexander Bahlmann, responsabile PR Passenger and Light Truck Tires di Continental.
“L’aspetto più affascinante è che questo sviluppo consente infinite applicazioni dalla corsa al trekking, tutte situazioni ideali per apprezzare le prestazioni delle nostre scarpe speciali”.

Dal 2007 Continental, quarto produttore mondiale di pneumatici, provvede alla fornitura esclusiva per Adidas delle cosiddette suole in “Traction Compound” per diversi segmenti del mercato footwear.
Il progetto Adidas di partenza, concentrato su una migliore tenuta, si è trasformato in una collaborazione tecnologica evidenziata in oltre 80 diversi modelli di scarpe immesse sul mercato per aiutare maratoneti professionisti a battere numerosi record.
Tutte queste scarpe hanno una suola prodotta con un mescola speciale di gomma sviluppata espressamente da Continental che garantisce una perfetta tenuta di strada. Ulteriori modelli sono già in fase di studio. Gli esperti di Continental hanno sviluppato anche speciali mescole per suole adatte a condizioni estreme come neve e ghiaccio, in modo da fornire ai professionisti ed agli appassionati sportivi una maggiore sicurezza e comfort anche su questi terreni particolari.

( aggiornamento curato da Giulia Saquella )

Lascia un Commento