“Tutti Pronti ai Blocchi di Partenza?”

IMG 20161018 WA0000

“Tutti Pronti ai Blocchi di Partenza?”

CI SIAMO!!!!!

Dal 15 ottobre, come ogni anno, parte la stagione del cambio gomme.

Infatti da questa data e fino al 15 maggio, le vetture possono essere dotate di pneumatici invernali.

I pneumatici invernali sono concepiti per essere particolarmente performanti in un’ampia varietà di condizioni, quali fondo bagnato, presenza di neve e ghiaccio.
Migliorano inoltre l’aderenza, le prestazioni e la sicurezza del tuo veicolo in tali condizioni e riducono la distanza di frenata.
Alle basse temperature, i pneumatici estivi non offrono prestazioni richieste dalle condizioni invernali della strada. Sono prodotti con materiali differenti, che li rendono performanti per le condizioni estive, e la loro mescola rischia, ad esempio, di indurirsi a temperature molto fredde, riducendo il loro livello di aderenza. I pneumatici estivi inoltre difficilmente offrono aderenza su strada innevata o ghiacciata.

Se vivi in una zona in cui la temperatura è spesso al di sotto dei 7° C, è PREFERIBILE IL MONTAGGIO DEI PNEUMATICI INVERNALI( quelli che oltre alla marcatura “M+S” = Mud and Snow, pneumatici da fango e neve, richiesta dalle normative vigenti, abbiano in aggiunta anche marcatura 3PMSF- 3 PEAKS MOUNTAIN SNOW FLAKE).

Soltanto i pneumatici con il “simbolo alpino” 3PMSF (Three Peak Mountain Snowflake) – un fiocco di neve inserito nel profilo di una montagna a tre cime – sono stati testati(¹) per l’utilizzo in condizioni invernali severe e hanno superato i requisiti stabiliti dalle Normative Europee per le prestazioni di frenata sulla neve.

I pneumatici con marcatura “M+S” sui fianchi sono considerati dei pneumatici invernali sulla base dei regolamenti vigenti. Tuttavia, dal momento che questa marcatura non è associata ad alcun test obbligatorio sulle reali prestazioni su neve, non vi sono certezze per l’automobilista sulle loro prestazioni in aderenza sulla neve. I pneumatici che riportano in aggiunta anche la marcatura 3PMSF (fiocco di neve in una montagna a tre cime), invece, sono pneumatici invernali che sono stati sottoposti a un test regolamentare che verifica il raggiungimento di un determinato livello di prestazioni in condizioni invernali. Per questo motivo, Michelin raccomanda l’utilizzo di pneumatici con marcatura 3PMSF durante la stagione invernale e SOPRATTUTTO DI MONTARE I PNEUMATICI INVERNALI SU TUTTE E QUATTRO LE RUOTE.

Le vetture possono essere dotate di pneumatici invernali con codici di velocità inferiori a quelli indicati sul libretto.

Se una vettura è omologata con pneumatici con codice di velocità H (FINO A 210 kM/H), nella stagione invernale può essere equipaggiata con pneumatici “M+S” che hanno un codice di velocità inferiore, ad esempio T che corrisponde ad un massimo di 190 km/h.
Non è ammesso scendere al di sotto del codice Q (160 km/h).

Le sanzioni previste non sono solo di tipo pecuniario ( da 419 € a 1682 €), ma anche accessorie, con il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di revisione del veicolo.

( aggiornamento curato da Giulia Saquella)

Lascia un Commento